DISCLAIMER: Prima di leggere il primo articolo di approfondimento sul video marketing, ti consigliamo di guardare il video sopra.

A questo punto della nostra breve guida sul video marketing dovresti aver individuato la tua strategia di comunicazione: dall’analisi dello scenario fino alla scelta a quale piattaforma indirizzare i contenuti video.

 

via GIPHY

In questo articolo affrontiamo tutte le nozioni dietro ai formati video, intesi sia come risoluzione in termini di megapixel, sia come tipologia.
Negli ultimi anni il classico formato con proporzione 16:9 è stato affiancato dalla sua controparte: il formato verticale (9:16). L’introduzione delle Stories da parte di Instagram è l’esempio più lampante di come l’esperienza utente condizioni il contenuto stesso e le scelte delle varie piattaforme social a favorire l’utilizzo di determinati contenuti.

Tralasciando le nozioni e le considerazioni da puristi dell’immagine, oggi pensare ai nostri contenuti video in verticale o in altri formati è importante. Non solo per ottimizzare al meglio tempi e costi della produzione video, ma anche per sfruttare il formato più congeniale ad un determinato obiettivo. Sul versante narrativo/creativo determinati formati o tipologie di video sono maggiormente indicati per determinati obiettivi.

Adesso affrontiamo il contenuto video in relazione ai seguenti social: Facebook, Instagram, YouTube e TikTok.

 

via GIPHY

INSTAGRAM

Instagram Feed POSTS

  • Video formato quadrato (proporzione 1:1) – risoluzione 1080×1080 pixel
  • Video formato ritratto (proporzione 4:5) – risoluzione 1080×1350 pixel
  • Video formato landscape (proporzione 16:9) – risoluzione 1920×1080 pixel
  • Video formato ultra landscape (1.91:1) – risoluzione – 1080×566 pixel

Instagram Stories, IGTV, LIVE

  • Video formato verticale (9:16) – risoluzione – 1080×1920 pixel

Instagram Feed Wall

  • Video formato quadrato (proporzione 1:1) – risoluzione 1080×1080 pixel

In generale nel feed di Instagram qualsiasi formato con aspect ratio tra i 1.91:1 e 4:5 è supportato. Per aspect ratio ovviamente si indica il rapporto d’aspetto tra la larghezza e l’altezza, che da come risultato la proporzione al nostro video.

  • Su Instagram i video sul feed possono avere una durata compresa tra 3 e 60 secondi.
  • Su IGTV invece i video devono avere una durata minima di 60 secondi fino a 15 minuti se caricati da mobile, mentre se caricati dal web la durata massima è fino a 60 minuti.
  • Formato MP4 o MOV con codec H.264.
  • I video devono avere una frequenza dei fotogrammi minima di 30 FPS (fotogrammi al secondo) e una risoluzione minima di 720 pixel.
  • La dimensione massima dei video con durata pari o inferiore a 10 minuti è di 650 MB. La dimensione massima dei video con durata fino a 60 minuti è pari a 3,6 GB.

Dimensioni dell’immagine di copertina IGTV
Le dimensioni consigliate per le immagini di copertina per i video su IGTV sono 420×654 pixel (rapporto 1:1.55). Ricordandosi che attualmente non è possibile modificare l’immagine di copertina dopo averla caricata.

Instragram Stories
I video su Instagram Stories posso avere una durata massima di 15 secondi. Video con durata maggiore vengono automaticamente divisi in più parti. Ricordiamo che le storie hanno una durata di 24 ore, è possibile ripescarle dall’archivio per inserirle negli Highlights.

formati-risoluzione-video-instagram

via GIPHY

FACEBOOK

Facebook Feed Notizie

  • Video formato quadrato (proporzione 1:1) – risoluzione 1080×1080 pixel
  • Video formato ritratto (proporzione 4:5) – risoluzione 1080×1350 pixel
  • Video formato landscape (proporzione 16:9) – risoluzione 1920×1080 pixel
  • Video formato verticale (proporzione 9:16) – risoluzione 1920×1080 pixel

Facebook Stories

  • Video formato verticale (9:16) – risoluzione – 1080×1920 pixel

Facebook oltre alla proporzioni consiglia e pone dei limiti ai file video:

  • Dimensioni del file video di massimo 4 GB.
  • Durata del video da un minimo di 1 secondo fino a 240 minuti.
  • Si consiglia di inserire i sottotitoli, anche se facoltativi molti utenti, potrebbero da smartphone visionare il video con l’audio disattivato, usare sottotitoli o sovrapporre graficamente delle informazioni sul video aumenta la potenziale efficacia comunicativa.
  • Testo principale: 125 caratteri.
  • Le immagini di anteprima del video occupate da testo per più del 20% potrebbero avere una pubblicazione ridotta.
  • Formato codec di compressione H.264 con fotogrammi fissi a scansione progressiva, formato MP4 o MOV.
  • Comprensione Audio AAC ad almeno 128 Kbps.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
https://it-it.facebook.com/business/m/one-sheeters/video-requirements
https://it-it.facebook.com/business/help/1640701476174343?id=603833089963720&locale=it_IT

formati-risoluzione-video-facebook

via GIPHY

YOUTUBE

YouTube essendo principalmente una piattaforma di video sharing riesce a mostrare i video con proporzioni diverse in base alla piattaforma, desktop o mobile.
Il video player di YouTube si adatta automaticamente alle dimensioni di ogni singolo video. Perciò su mobile per esempio il player dell’app si adatta automaticamente alle diverse dimensioni del video quadrato, landscape o verticale. Per contenuti video “classici” per desktop YouTube consiglia le seguenti proporzioni in 16:9:

  • 2160p: 3840 x 2160
  • 1440p: 2560 x 1440
  • 1080p: 1920 x 1080
  • 720p: 1280 x 720
  • 480p: 854 x 480
  • 360p: 640 x 360
  • 240p: 426 x 240

Il player come detto riesce ad adattarsi a proporzioni diverse, ma aggiungerà un’ulteriore spaziatura interna per garantire la visualizzazione ottimale. La spaziatura interna è bianca per impostazione predefinita e di colore grigio scuro quando è attivato il tema scuro. Le frequenze fotogrammi più comuni supportate sono: 24, 25, 30, 48, 50, 60 frame al secondo.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
https://support.google.com/youtube/answer/1722171?hl=it&ref_topic=9257782

via GIPHY

TIKTOK

TikTok basa la sua piattaforma su contenuti video in formato verticale 9:16, l’app infatti permette di caricare contenuti video che vanno da una durata minima di 15 secondi fino a 60 secondi. La risoluzione minima è di 720×1280, formato MP4, Mov o WebM con codec H.265. La comodità di TikTok è che permette rispetto ad Instagram l’upload dei video anche da desktop. Perciò l’unica accortezza è rispettare la risoluzione minima e l’aspect ratio verticale di 9:16, anche se il video si può fare in orizzontale

Procedure consigliate per i video TikTok

  • Dimensione file video: fino a 287.6 MB (iOS) e 72 MB (Android)
  • Lunghezza massima del video: 15 secondi
  • È anche possibile unire storie video insieme fino a 60 secondi di video
  • Margine di sicurezza se si inseriamo testo: 150pixel in alto e in basso, 64pixel su ciascun lato.

Altra tipologia di contenuto innovativo sono i video 360, che offrono maggiore controllo e interazione da parte dello spettatore nei confronti del prodotto e servizio.
Questo formato video oltre ad offrire una forte componente immersiva è particolarmente consigliata per determinati settori che possono trarne dei vantaggi sul piano narrativo. Esempio sono i video realizzati in ambito turistico o nel settore immobiliare.

Nelle prossime settimane approfondiremo altri aspetti del video marketing nella nostra guida breve, ma non mancherà di approfondire nello specifico le nozioni esposte in questo capitolo. Per qualsiasi domanda non esitate a scriverci sui nostri social o tramite il form contatti che trovate di seguito all’articolo.

formati-risoluzione-video-youtube-tiktok

Vuoi maggiore supporto per la tua strategia di video marketing?

Scrivici tramite il nostro form di contatto qui di seguito, siamo disponibili per una prima consulenza gratuita! La tua privacy è al sicuro. Non facciamo spam.

Settore in cui si opera (richiesto)